Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Benvenuti nella biodiversità
Ippovia (Archivio Ente Parco)
Home » Visitare il Parco » I tesori del Parco » Beni culturali

Necropoli di Campovalano

Antica necropoli ai piedi delle Montagna dei Fiori

Parco archeologico direttamente collegato al Museo Archeologico di Campli, che ne custodisce i reperti. La frequentazione cultuale va dalla Prima età del Ferro (IX secolo a.C.) fino al II d.C., anche se sporadici materiali ed una tomba recuperata nel 1971 collocherebbe la fase più antica della necropoli nella Tarda Età del Bronzo (XII - X sec. A. C.).

Le sepolture più antiche sono caratterizzate da grandi tumuli, simili a quelli dell'area marchigiana di cultura picena. I circoli, di ciottoli di fiume discoidali, raggiungono il diametro di 25 m e le dimensioni connotano il rango del defunto. Nelle tombe principesche sono stati rinvenuti anche carri parata a due ruote. Sul piano d'inumazione, il corredo, protetto da argini di pietre, occupa posizioni distinte per funzioni: ornamenti personali e armi in posizione funzionale; ceramica e vasellame  di bronzo lungo il fianco fino ai piedi. L'inumato, avvolto in un sudario, era deposto in una cassa lignea, o protetto da un tavolato. L'ultima fase documentata è quella dell'età ellenistica (190-180 a.C.) quando viene monumentalizzata e strutturata la via della necropoli.

Comune: Campli (TE) | Regione: Abruzzo | Localizza sulla mappa
Necropoli di Campovalano
Necropoli di Campovalano
Netpartner: Parks.it
© 2017 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga via Del Convento,1 - 67010 Assergi (AQ)
Tel. 0862/60521 Fax 0862/606675 - E-mail: ente@gransassolagapark.it - Posta certificata - P.Iva 01439320662
Privacy - Note legali - Elenco Siti tematici - Note per la Fatturazione Elettronica